DA UNO A TRE CAFFE’ AL GIORNO: BACCHI, PAVONI PROFESSIONAL OPPURE GAGGIA CLASSIC?

Thursday 17th, October 2013 Scritto da
La Bacchi espresso

La Bacchi espresso

Mi chiamo Renato ho quasi 30 anni ed in vita mia avrò bevuto al massimo un centinaio di caffè. Se ne deduce che non sono stato fin ora un gran bevitore ma adoro il gusto del caffè. Da qualche settimana sento il bisogno di acquistare una macchina che mi faccia un espresso se non come al bar che lo ricordi almeno un po’. Proprio per venire incontro a questa mia nuova voglia mi è stata data in prestito una Mokona Bialetti ed ammetto che dopo ogni caffè erogato vorrei colpirla con decine di martellate ma, l’oggetto è in prestito appunto :D. Inutile dire, il caffè è un’acqua nera di sapore poco gradevole.

Detto ciò, quando voglio acquistare un nuovo oggetto tento sempre di scegliere il “meglio” cercando di trovare un punto di incontro tra le mie aspettative (altissime) e le mie tasche (poverissime) :D.

In una prima fase di ricerca ero giunto alla conclusione che le migliori macchine per l’espresso casalingo sono: Saeco, Gaggia e De Longhi.

Fortuna vuole che questa fase viene sempre superata da una valutazione e ricerca maggiormente curata che mi porta a valutare una seconda fascia di prodotti che sono forse spropositati: avrei infatti voluto acquistare una La Marzocco GS3 per poi scoprire che si tratta di un apparecchio per veri appassionati e che costa ben 5000€ ;).

Pavoni

Pavoni

Giungo dunque ad una terza fase in cui metto tra i potenziali acquisti oggetti che, come dicevo, soddisfino le mie aspettative e che non lascino strascichi da banca rotta. In quest’ultima fase mi sono soffermato su Bacchi Espresso e La Pavoni Professional.

Il punto è questo, io farò 1-3 caffè al giorno: per me e la mia ragazza, a colazione ci piace però poter “giocare” a fare il cappuccino, secondo voi sarebbe meglio una La Pavoni Professional che dispone anche della lancia per montare il latte oppure meglio l’accoppiata Bacchi Espresso e Bellman CX25S? Di quest’ultimo prodotto ho letto che si riesce a montare un latte quasi in stile latte art, è così? A proposito della lancia vapore della La Pavoni invece che mi sapete dire è valida come la “vaporiera” Bellman?

Per quel che concerne, invece, la qualità del caffè, le due macchine si equivalgono oppure una primeggia sull’altra?

La macchina da caffè espresso Gaggia Baby twin

La macchina da caffè espresso Gaggia Baby twin

In più c’è da dire che con una macchina con portafiltro “vecchia maniera”, come la La Pavoni, potrei forse giocare sperimentando quei portafiltri nudi che vedo nei vari video su youtube mentre con la Bacchi questo ovviamente non accadrebbe.

Scopro giorno dopo giorno una nuova macchina che mi incuriosisce, taglio dunque la testa al toro e chiedo a voi di aiutarmi nella valutazione. Dovrei considerare altre macchine oltre a queste due che ho menzionato, per es. Gaggia Baby o Classic?

Ringrazio per la gentile disponibilità.

Gabriele

Qualcosa su

Testo prova gabriele

View all articles by Gabriele

42 Comments on “DA UNO A TRE CAFFE’ AL GIORNO: BACCHI, PAVONI PROFESSIONAL OPPURE GAGGIA CLASSIC?

  • Ciao Renato,

    questa richiesta potrei averla scritta io (parola per parola, unica differenza e’ che io avevo una Gaggia baby) pochi mesi fa.
    alla fine (e dopo lunghe ricerche) ho acquistato una macchina usata con gruppo E61 (Vibiemme Domobar) per circa 300 euro. girando tra i vari siti di annunci online (non aste!) ne trovi sicuramente, soprattutto di marche meno note. se tenute bene ed usate in casa, queste macchine di fascia alta sono quasi indistruttibili… devi solo capire se e’ stata fatta manutenzione o meno.

    non hai scritto niente del macinino, che’ e’ invece indispensabile: devi trovare la giusta macinatura per la macchina e la miscela. Senza continuerai ad ottenere una brodaglia umiliante. Non e’ tutto, c’e’ chi parla delle 5 M per fare un buon caffe’ (miscela, macchina, macinadosatore, manutenzione e mano) per l’ultima ti consiglio vivamente uno dei corsi organizzati da Ilcaffeespressoitaliano.com da cui sono tornato da poco e che si e’ rivelato molto piu’ utile di quanto potessi immaginare.

    per la miscela di caffe’, visto che’ e’ una questione di gusto personale, ti consiglio di provarne tante, nel coffee market trovi una lista di singole origini, ma non dimenticare di farti spedire anche le miscele!!!

    se vi divertite con i cappuccini, cerca di prendere una “dual boiler” perche’ quelle con una sola caldaia sono noiosissime da gestire ogni volta che monti il latte.
    tornando alle tasche. magari potresti prendere un macinino usato piu’ economico come l’MDF della Gaggia (20-80 euro) in attesa di acquistarne uno piu’ preciso, ma per la macchina ne sceglierei una buona… la “La Pavoni Professional” e’ affascinante, ma da quanto ho capito e’ anche piuttosto complicata da gestire. la Bacchi sembra molto interessante, io mi ero lasciato scoraggiare dall’impossibilita’ di fare parecchi caffe’ consecutivi in caso di ospiti.

    immagino che i moderatori del forum avranno molto da dirti, ma ci tenevo a dare il benvenuto ad un’altra persona che il caffe’ lo prende per il piacere e non per “mandare giu’ la pillola di caffeina”… per citare un grande del caffe’ espresso italiano…

    io faccio due caffe’ la mattina e (non sempre) due a pranzo… ma che soddisfazione!!!

    Reply
  • Grazie per la celere risposta, diciamo che dopo aver scritto il post ho fatto ulteriori ricerche ed ho scoperto nuovi marchi (Lelit, Quick Mill, VBM, Bezzera, Izzo, Isomac, Faema) ed il mondo delle macchine con gruppo E61: quando dico che ho scoperto il mondo delle macchine E61 intendo che ho scoperto il loro fascino estetico.
    Dunque. la mia intenzione è acquistare una di queste macchine (E61), avendo messo per il momento da parte l’idea di prendere una Bacchi.
    A proposito di macchine con dual boiler qual è il loro costo? E soprattutto ma in quale sito dovrei andare a cercare un buon usato? Io sto cercando ma ho trovato poco.
    Sul sito Vibiemme ho letto delle tipologie di macchine HX (singolo boiler?) e 2B(dual boiler?). Sul sito Vibiemme scrivono che la tecnologia HX è ancora oggi la migliore seppur di poco sulla 2B. Quanto c’è di vero?

    Non ho menzionato il grinder, ma ho ovviamente messo in conto l’acquisto anche di questo accessorio e so che deve essere davvero buono. A proposito di questo, conoscete il macinacaffè Bacchi Piccolo? Sapete dirmi qualcosa in proposito?

    Ho letto in qualche vecchio commento che esistono E61 più o meno buone, come si capisce su carta? Per es. un’Isomac Zaffiro a quale categoria di E61 appartiene?

    Infine vorrei farvi vedere un paio di video su Youtube (immagino che molti li avranno già visti) in cui con una semplice sostituzione dei due termostati (costo 10€) quest’utente è riuscito ad ottenere questi risultati che ad un occhio inesperto come il mio sembrano ottimi considerando la macchina economica del video, voi che ne pensate?

    il caffè:
    http://www.youtube.com/watch?v=REWuEBBlmFA

    il vapore:
    http://www.youtube.com/watch?v=pJ6brkkjm8w

    Reply
  • Salve!

    Vorrei rivolgermi a michele che come me ha avuto una gaggia baby class, io l’ho tutt’ora e ho appena comprato il filtro monodose non pressurizzato. Leggendo su internet ho fatto questa scelta perchè il filtro che danno in doto con la macchinetta ( chiamato crema perfetta ) ha la fama di produrre la cosidetta “crema finta” ( o fake crema in inglese ). Purtroppo con il filtro tradizionale non sono ancora riuscito ad ottenere un caffè cremoso nel modo classico, ho pure acquistato del caffè da un negozio professionale dove me lo hanno macinato in diretta apposta per la gaggia baby ( lameno così hanno detto ). QUalche consiglio??

    Reply
  • ciao light767,
    ti avevo risposto, ma il messaggio e’ andato misteriosamente perso. ad ogni modo ti consigliavo di provare diversi gradi di macinatura del caffe’, puoi chiedere di macinarti piccole quantita’ a diversi gradi (e scrivere sul pacchetto il numero di riferimento). oppure acquistare un macinino come l’MDF della gaggia, http://www.ilcaffeespressoitaliano.com/2013/il-gaggia-mdf-un-macinacaffe-da-casa-entry-level-per-piccoli-budget/
    se ne trovano di usati.

    Reply
  • ciao Renato,

    alla tua lista manca la Della Corta, che sembra essere una delle marche migliori, anche a casa. Se ti piace l’E61 ci sono anche le Unico Splendor
    http://www.mokaflor.it/macchine-caffe-espresso.html
    purtroppo non so dirti quali siano le migliori…

    non so nemmeno consigliarti sulle differenti tecnologie delle VBM, ma sicuramente, se vi piace fare cappuccini, il dual boiler e’ davvero indispensabile.

    come siti, ci sono ebay annunci e vendilo (tra gli altri ma puoi provare a contattare qualche riparatore di macchine caffe’ che spesso ne hanno loro da vendere (gia’ revisionate)

    per il macinino, io mi sono innamorato dell'”eureka mignon istantaneo”, Gabriele parla molto bene del Mahlkonig Vario http://www.ilcaffeespressoitaliano.com/2012/coffee-market-il-macina-caffe-da-casa-mahlkonig-vario/

    Reply
  • Credo che prenderò comunque una Bacchi, quel che mi fa propendere per questa macchina è la minima manutenzione di cui necessità e l’ingombro minore rispetto ad una macchina tradizionale.
    Per il macinacaffè sono indeciso tra il Grinta de La Nuova SImonelli ed il Rancilio Rocky Doserless (ho letto che per casa è meglio senza dosatore).
    Del Grinta so che ha le macine piane (un livello più passo delle macine coniche del Rocky?) ed ho letto che la macinatura potrebbe essere non proprio omogenea. Ho letto solo buone cose del Rocky.
    Voi che ne dite?

    Reply
  • Francesco Parziale

    Ciao Renato, se vuoi bere 3 caffè al giorno gustandone tutto la sua miscela e con tutta la convenienza sul prezzo
    ti consiglio di chiamare al 3282410423.
    Francesco Parziale

    Reply
  • Salve a tutti, la macchina da Bacchi Espresso è arrivata giovedì, e da allora avrò fatto sì e no 30 caffè per capire come “settarla” al meglio, ma ancora non ci sono riuscito del tutto.
    Vi racconto, cercando di essere il più sintetico possibile, la sequenza di prove con relativi risultati video caricati su YouTube.

    Non ho ancora un macinacaffè.
    Sono stato in un negozio che vende caffè sfuso, ed ho chiesto loro una macinatura fine per espresso. Mi è stato detto che la macinatura per espresso più fine era al livello 4 della loro macchina.
    Così ho fatto fare 5 pacchetti da 30 gr ciascuno, 4 – 4.2 – 4.5 – 4.8 – 5.
    La miscela era 50% arabica e 50% robusta (il venditore mi ha assicurato che trattasi di caffè freschissimo in quanto ne acquista la quantità necessaria settimana dopo settimana). L’acqua che ho utilizzato per fare il caffè ha un residuo fisso di 260.
    Ho provato subito la macinatura numero 5 ed è andata via troppo veloce. Sono passato dunque alla 4.2 ma caffè ne è uscito poco. Dopo di che sono salito alla 4.5 ancora un tantino rapido.
    Ho dunque pensato che la misura ideale si trovasse tra 4.2 e 4.5. Ho così miscelato 4.5 e 4.2 ed il risultato è questo che vedete in questo video:
    http://www.youtube.com/watch?v=esjnJt5bqwI

    Sono tornato dunque nel negozio di caffè, stessa miscela 50 e 50 arabica e robusta questa volta ho fatto fare due pacchettini da 50 gr ciascuno con macinatura a livello 4.3 e 4.4.
    Ho provato subito la 4.3 sempre con acqua residuo fisso intorno a 260 ed il risultato è stato questo che vedete in questi due video:
    http://www.youtube.com/watch?v=kmYSum7DPY4
    http://www.youtube.com/watch?v=NoO4kV_roM8
    Il caffè del primo video l’ho bevuto e non era per niente acquoso aveva un certo “corpo” nonostante sia stato macinato la sera prima.

    Ieri sono tornato, a “risultati acquisiti”, nel negozio ed ho fatto fare una miscela più “pregiata” 100gr di Illy e 50 gr di robusta quindi ho aumentato la percentuale di Arabica dal 50% al 66,66% ho scelto una macinatura 4.3.
    I risultati non sono affatto soddisfacenti. Il caffè che ho bevuto stamane era con poco corpo e sembrava acquoso, la crema era ancora meno di quanto ce ne fosse nei caffè dei video postati sopra, e questo l’ho attribuito alla maggior presenza di Arabica che produce meno crema della qualità Robusta.
    Tuttavia nel corso di ulteriori prove lungo la giornata di oggi è accaduta una cosa curiosa: il caffè ha “smesso di uscire”. Mi spiego meglio non esce più la stessa quantità di caffè che vedete nei video, ne esce davvero poche gocce, nonostante io usi quasi lo stesso grado di pressione e la stessa quantità di caffè nel filtro.
    Ho notato inoltre che sta iniziando a fuoriuscire qualche granellino di caffè giù dal filtro, come se fosse così fine da penetrare attraverso i fori.

    Ora vengo alle domande.
    1) Il fatto di fare macinare il caffè dal negoziante e cioè non avere ancora un macinacaffè a casa influisce solo sull’aroma oppure anche sul corpo e sulla crema prodotta?
    2) Ho usato un’altra acqua con residuo fisso 80 e la crema è quasi svanita, è vero che acqua con poco residuo fisso e quindi meno calcare prodotto produce anche una minor crema?
    3) I risultati scarsi ottenuti oggi e cioè dal caffè troppo acquoso a poco caffè uscito da cosa sono giustificati considerando che ho usato stessa miscela e macinatura e stessa acqua? E’ possibile che dipenda solo da quanto ho avvitato la macchina per esercitare la pressione o è possibile che il caffè si sia modificato fisicamente?
    4) Nel libretto di istruzioni c’è scritto che va inserito il caffè nel filtro riempendolo raso senza però pressare, se faccio così ottengo un risultato se invece dopo averlo riempito raso dò dei leggeri colpi al filtro per far scendere un po’ il caffè di livello il risultato è un caffè che scende lento e che si brucia (preciso che non ho aggiunto altro caffè dopo essere sceso di livello).
    Mi domando ma bastano dei colpetti al filtro, che penso servano solo a riempire tutti gli spazi vuoti all’interno, per impedire successivamente all’acqua di uscire bene (sempre a parità di pressione esercitata)?

    Reply
    • ciao Renato,

      non so rispondere a quasi nessuna domanda (non ho mai provato la Bacchi espresso), ma posso dirti alcune cose che possono tornarti utili: ogni miscela ha bisogno di una sua macinatura. quindi la macinatura che andava bene per la 50-50 potrebbe non andare piu’ bene per la 66-33.

      nel mio caso (come ho scritto sopra ho una macchina con gruppo E61) avevo risultati pessimi e non costanti, a causa la pressatura sbagliata e non costante (pressavo poco).

      prova a pesare il caffe’ che metti dentro ogni volta (usa una bilancia al decimo di grammo) in modo da essere sicuro che questo non varii di volta in volta.

      ultimo consiglio… non berli tutti i caffe’ che fai… basta solo assaggiarli!!

      Reply
  • Ho trovato la soluzione. Era aumentata l’umidità e il venditore mi ha consigliato di usare una miscela macinata più grossa. Ieri sera passando da 4.3 a 4.8 ne è venuto fuori un caffè davvero buono.
    Ho anche notato che anche la crema ed il corpo diminuiscono sempre più man mano che ci si allontana dal momento in cui è stata effettuata la macinatura.

    Una cosa non capisco del funzionamento della mia macchina. Come mai dalle due “doccette” esce un caffè leggermente differente? In una esce meno caffè e con poca crema nell’altra ne esce sempre un po’ di più e con più crema. Addirittura ieri sera da una delle due doccette è uscita una crema altra 4 cm e dall’altra parte un caffè tipo moka.
    E’ possibile che il caffè si sia posizionato in modo non uniforme nel filtro facendo erogare in modo diverso le due doccette (tuttavia in questa macchina non sono io a dover pressare è la macchina stessa che lo fa quando avvito da sopra quindi non penso sia questa la motivazione)?

    Reply
    • Ciao Renato,
      E’ vero che la pressatura con la Bacchi avviene in maniera automatica al momento in cui si stringono tutte le componenti, però ti consiglio di livellare un po’ il caffè prima di “avvitare” il tutto.
      Comunque da come descrivi la tua estrazione sembra quasi che uno delle “doccette” sia ostruita leggermente, magari da un po’ di calcare…

      Reply
      • Ho risolto, semplicemente le due doccette hanno la necessità di essere allineate perfettamente ai fori d’ingresso :). Ho smontato il pezzo e l’ho rimontato.

        Reply
  • Vorrei chiedervi qualcosa per quel che concerne la freschezza del caffè.

    I grani di caffè appena tostati dopo quanti giorni perdono la loro “freschezza” se non sono stati confezionati ma semplicemente conservati in un contenitore ermetico?

    I grani del caffè appena tostati e confezionati in sacchetti con valvola di degasazione unidirezionale riescono a mantenere la loro freschezza più a lungo?

    Considerando che io consumo 2 etti di caffè più o meno a settimana, se volessi acquistare qualche kg di caffè da internet (in confezioni da 125/250 gr), il confezionamento mi permetterà di avere un caffè sempre fresco aprendo di volta in volta un singolo pacchetto oppure anche con un buon packaging la freschezza dei grani sarà persa in breve tempo?

    A tal proposito, qual è il miglior packaging per il caffè appena tostato?

    Reply
  • Salve!

    Sto cercando di ottenere informazioni riguardo un macinacaffè, visto che con la mia Gaggia Baby class ( che internamente è uguale alla gaggia baby e alla gaggia classic, quindi in risposta a MICHELE puoi tranquillamente dirmi la tua esperienza su gaggia baby perchè è uguale alla mia ) non riesco ad ottenere un caffè cremoso con il filtro tradizionale NON-pressurizzato. Ho letto che su diversi forum internazionali sconsigliano il Rancilio Rocky mentre ho visto velocemente che alcuni suggeriscono uno di questi: Baratza Preciso o l’Ascaso I-1 . Onestamente non li conosco. Girovagando velocemente ho pure visto il Nemox Lux che non sembra male ( anche se dicono non sia il massimo )

    Reply
  • mi dispiace, non conosco nessuno dei macinini che hai citato, ho provato solo l’MDF gaggia, l’Eureka mignon o il MAHLKÖNIG Vario Home.

    il primo e’ una scelta economica, gli altri due sono davvero molto buoni (e sono per sempre in una casa).

    non ho mai provato il filtro non-pressurizzato, ma con quello che avevo, una volta trovato il giusto grado di macinatura andava abbastanza bene.

    Reply
  • salve a tutti ho scoperto questo sito oggi,vi vorrei chiedere se mi potete consigliare, vorrei per il mio compleanno che e tra 20 giorni,una macchina da caffe piccola da casa a grani che mi faccia un buon caffe cremoso da spendere max 200 euro oltre non posso permettermela, faccio 1-2 caffe al giorno

    Reply
  • Salve a tutti!
    Mi chiamo Andrea e mi scuso per questo mio “irruento” ingresso all’interno del topic.
    Dopo aver letto attentamente i post di tutti mi sono completamente ritrovato nella stessa condizione descritta da Renato.
    Possiedo infatti anch’io una Bialetti Mokona che produce una brodaglia nera con un sapore che ricorda vagamente l’espresso. Considerandola poco più di un trattore ultimamente utilizzo caffè macinato leggermente grosso (con granulometria molto più simile al caffé per moka che a quello per espresso).
    Il risultato è accettabile, ma devo utilizzare ogni volta circa 10/11 gr. di caffè per tazza (pesati con una bilancia elettronica molto sensibile).

    Dovendo scegliere con calma una vera macchina per espresso con caratteristiche “entry level” (purtroppo non possiedo un budget superiore ai 250/300 €), volevo chiedere a Renato, se possibile, quanto possa costare una Bacchi (sul sito ufficiale non vi sono indicazioni dei prezzi alpubblico).

    Sarei indeciso, infatti, tra una Bacchi Carioca ed una La Pavoni europiccola usata.

    Grazie,
    Andrea

    Reply
  • Tengo a specificare che tra una Bacchi nuova ed una La Pavoni usata o semi nuova, sarei orientato più sulla seconda per pochi e semplici motivi:

    – Lo stile retrò della macchina (magari con corpo in ottone, come la caldaia) che la rende un oggetto esteticamente magnifico;
    – La difficoltà necessaria per preparare un buon espresso (la considero una qualità fondamentale, poiché se cercassi solo la comodità e la semplicità di utilizzo mi orienterei verso una macchina a cialde);
    – Il fascino incredibile del funzionamento a leva.

    Saluti,
    Andrea.

    Reply
    • Ciao Andrea, io amo le macchine a leva, ora ho in uso una Faema Lambro, ma non mi piace La Pavoni.
      Per un buon caffè ci vuole una pressione costante ed è difficile ottenerla con una macchina come La Pavoni, ci vuole una macchina con la molla, inoltre questa macchina tende a surriscaldarsi, questo si traduce in un po’ di frustrazione in quanto la qualità dei caffè non è ripetibile.
      Io ti consiglio un vintage come una La Peppina, sembra un giocattolo ma produce ottimi espressi.
      In alternativa consiglio una Kim Espresso che ha il vantaggio si avere anche il portafiltro da 58 come le macchine professionali.
      Ciao Marco

      Reply
  • Ciao Marco!
    Grazie per il parere espresso sulla La Pavoni.
    Dettagli preziosi che non conoscevo.
    Esattamente la molla a cosa serve?? Dei due modelli che hai menzionato non conosco nulla, ma presumo che siano considerabili macchine ” per apprendisti ” (entry Level). Quale delle due pensi che sia meglio? Ho provato a cercare in rete, ma non trovo nulla se non un video in francese della La Peppina.
    Grazie per l’intervento.
    Andrea

    Reply
  • Ciao Andrea,
    scusa il ritardo la molla serve a raggiungere “automaticamente” l’obbiettivo dei 9 bar necessari per un buon espresso, automaticamente nel senso che è stata progettata per farlo, ovviamente con molla e guarnizioni nuove.
    Come funziona, si abbassa la leva che comprime la molla, si rilascia la leva e questa estendendosi rilascia la pressione corretta, la pavoni non ha la molla e quindi la pressione la devi fare tu ad occhio/braccio.
    Sia La Peppina che la Kim sono macchine vintage, se ti piace un po’ il fai da te puoi sistemarne una, se hai difficoltà a reperirne una, io forse posso aiutarti, dammi il tuo indirizzo email che ti contatto.
    Altrimenti devi andare sul nuovo, ma parliamo di cifre che sfiorano i 2000 euro, in alternativa puoi prendere un vintage da bar già restaurato, a me piace molto il gruppo Faema che è termosifonico o il gruppo La San Marco, ancora usato da molte macchine commerciali attuali, questo sarebbe un “investimento” perché pagheresti anche la rarità dell’oggetto.
    Ciaoooo

    Reply
    • Ciao Marco!
      Il mio indirizzo e-mail è: andrea.corsi.fe@gmail.com.
      Come spiegavo prima, mi piacerebbe acquistare una macchina che mi permetta di fare un buon espresso, ma che non sia troppo costosa (immagino sia un pò come volere la botte piena e la moglie ubriaca).
      Purtroppo, visti i prezzi che “da nuovo” che hanno le macchine consigliate, dovrò per forza orientarmi su un buon usato.
      Ero molto attratto anche dalla Bacchi che è molto carina esteticamente e sembrerebbe garantire risultati eccellenti (l’unico aspetto che non mi convince ancora del tutto è che sembrerebbe funzionare quasi come una moka).
      In effetti su subito.it ci sono moltissime La Pavoni in vendita a 200-250 € con prezzo trattabile addirittura e non vorrei che molti, appunto, la vendessero dalla disperazione.
      Per quanto riguarda i gruppi da bar restaurati non credo che facciano al caso mio in quanto sono ancora un “ignorantone” in materia di espresso e volevo partire con qualcosa di più soft. Non per ultimo lo spazio, in quanto in casa, e specialmente in cucina, lo spazio è davvero minimo (mi serve qualcosa che possa occupare il posto della mokona Bialetti).
      Grazie, ciao!

      Reply
      • Ciao Andrea perdona l’estremo ritardo, ma credevo non fosse più attiva la discussione. Credo che tu oramai abbia fatto la tua scelta, e sono curioso di sapere quale essa sia.

        Per il discorso Bacchi – La Pavoni. Io ho optato per la prima visto che ha la facilità di gestione di una Moka (e sottolineo, la sola facilità di gestione in comune) e produce però un espresso cremoso e corposo.

        Sto esagerando? Sì e no.
        La Bacchi devi “viverla” per ottenere dei risultati eccellenti.

        Tornassi indietro rifarei questa scelta? Tutta la vita.

        Reply
        • Ciao Renato…come te per scelte di spazio e per ottenere assolutamente un caffè cremoso e buono..opterei per la Bacchi.. Solo che ho visto che all’inizio non è così facile azzeccare la giusta macinatura ecc.
          Alla fine hai preso il macina caffè o si può farne a meno? Che caffè stai usando?
          Vorrei contattarti privatamente..
          Grazie!!!!

          Reply
          • Ciao Gabry, del macinacaffè non se ne può fare a meno mai, suppongo neanche per un caffè con la moka.
            I problemi di macinatura li ho avuti solo quando acquistavo il caffè facendolo macinare in negozio.
            Da quando è entrato in casa un macinacaffè, già al suo primo utilizzo, ho avuto dei risultati così positivi da considerare imbarazzanti quelli ottenuti in precendeza.

            la mia prima macinatura era a grana troppo grossa, ed il caffè è sceso giù velocissimo, creando tuttavia 1 cm di crema (non perfetta ovviamente vista la velocità), cosa che col caffè macinato in negozio non accadeva neanche con un’estrazione da 25 ml in 25 secondi. Dopo di che basta trovare il giusto equilibrio tra macinatura, quantità di polvere e pressione esercitata stringendo la macchina per sigillare le guarnizioni.

            E’ tutto più facile a farsi che a dirsi, ma lo si fa nel migliore dei modi solo se hai voglia di farti coinvolgere dal funzionamento della macchina.

            Con la Bacchi non credo bastino le 4 M (Macchina, Miscela, Macinatura, Mano) visto che la macchina non essendo elettrica dipende da come la setti (quanta acqua nei due serbatoi? a che livello la fiamma? quale pressione esercito? quanto lubrifico il pistone? quando apro la valvola? quanto apro la valvola?)

            Spero di riuscire a postare un video “dimostrativo” da aggiungere alla miriade di video già presenti su youtube per far vedere quali risultati riesce a dare la mia macchina ad un anno dal suo acquisto.

            Metterò il link qui nella discussione ovviamente.

  • Salve atutti ho una Mokona Bialetti ( regalatami dalla mia ragazza ) e vorrei utilizzarla con il caffe macinato fresco ,visto che ho un macina caffe , sapreste consigliarmi il giusto grado di macina e qualche consiglio per ottenere un caffe decente???

    Reply
  • Salve, anche se sono passati ormai quasi 2 anni dalla nascita di questa discussione, vorrei comunque chiedervi un parere su una macchina per caffè espresso: Kamira. Credo possa essere inquadrata, assieme alla Bacchi ampiamente discussa in questa sede e poi acquistata da Renato, nella categoria delle macchine per caffè espresso “su fornello”.

    Credo sia di fascia qualitativa molto più bassa rispetto alla Bacchi e questo si nota sia dal prezzo (70 euro) sia dalla maggiore semplicità costruttiva; insomma credo sia giusto un gradino sopra la classica moka a livello di resa qualitativa.

    Come per la Bacchi, ho letto sul web opinioni molto discordanti sulla resa qualitativa del caffè ottenuto e questo sembra essere dovuto alla “artigianalità” del prodotto cioe, come la Bacchi, bisogna fare molte prove per prendere confidenza col pezzo.

    Voi avete esperienza, diretta o indiretta, di questa macchina? Potrebbe essere una macchina interessante da recensire su questo sito oppure è troppo “idegna” a livello di resa qualitativa 🙂 ?

    Vi saluto e vi lascio il link ufficiale della macchina dove visionare i dettagli http://www.espressokamira.com

    Reply
  • Salve. Vorrei sapere se prendere una La Marzocco GS3 o Linea Mini per fare non più di 20 caffè al giorno, è una cosa sensata oppure no? Facendo un numero così limitato di caffè giornaliero, si rischia di ottenere un caffè non all’altezza, oppure se il caffè è ottima qualità e la macchina pure, oltre alla corretta macinazione, viene buono comunque?

    Grazie.

    Reply
    • Sicuramente l’acquisto di una Gs3 o di una Linea Mini è un bell’investimento ma può avere il suo senso anche con consumi non elevati, in fondo nascono per il mercato “Home”, almeno la Linea Mini. Nessun problema con la qualità dei caffè erogati se si effettua una pulizia e manutenzione corretta e se si attende che la macchina si sia riscaldata in maniera corretta prima di procedere all’estrazione…

      Reply
      • Grazie. Certo che la Marzocco è proprio caruccia, in tutti i sensi… 😉
        Sto pendando che forse sarebbe meglio una Rocket-Espresso R58 v2.

        Comunque, quanto tempo ci impiega mediamente questo tipo di macchine a scaldarsi in maniera corretta?

        Reply
        • ciao, io ho la VIBIEMME Domobar che ha un gruppo tipo E-61 molto simile a quello della R58.
          dopo una decina di minuti e’ pronta, 20 perfetta. puoi far uscire un po’ di acqua calda per accelerare se serve.
          faccio in media 4 caffe’ al giorno e sono soddisfattissimo dell’acquisto!
          devi affiancare un buon macinino istantaneo!

          Reply
  • Scusate la domanda magari sciocca, ma un macinacaffè con il La Pavoni Kube Mill può andare bene per chi come me fa un paio caffè al giorno e 3/4 cappuccini alla settimana?
    Noto che tutti consigliano il rocky o altri simili ma la fascia di prezzo è decisamente elevata. Quali differenze ci sono tra i due prodotti.

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

I NOSTRI CORSI

Scoprite in questa pagina
i corsi
sul pianeta caffè organizzati dai docenti di caffeespressoitaliano

• Volete curiosare nel mondo
del caffè italiano? Corso discovery!

• Volete cominiciare a lavorare
in un bar con il piede giusto? Corso base.

• Il caffè sarà il pezzo forte del vostro bar? Corso avanzato

• Volete lavorare come tostatori e imparare le regole della torrefazione e miscelazione? Corso Tostatura e miscelazione del caffè!

• Puntate alle gare di barista e volete stupire i vostri clienti
con il capuccino? Corso
latte art e cappuccino decorato!

Volete scoprire i nuovi metodi di estrazione? Il corso brewing!

I NOSTRI VIAGGI IN PIANTAGIONE

Honduras, Brasile, Indonesia e... venite a scoprire i nostri viaggi in piantagione, per una straordinaria esperienza di cultura, di scoperta e di vita. Scopri di più...

Trip Advisor 2014

La nostra scuola ha vinto il certificato di eccellenza Trip Advisor 2014, 2015 e 2016. Grazie a tutti i partecipanti ai nostri corsi!

GABRIELE e IL CAFFE’

Molti anni nel caffè, molti in
Italia e molti, anche, all’estero.
Tanti anni nel caffè da commerciale, nella divulgazione
e comunicazione, nel training... Leggi tutto

Visita Aprire un bar

visita il nostro blog gemello contiene molte informazioni
legati al mondo della gestione
dei bar.

Facebook