LA SELEZIONE DI UN CAFFE’ DI SINGOLA PIANTAGIONE

Friday 21st, February 2014 Scritto da
131363_582121771870363_1629240535_o

CSC

Durante la nostra visita al Sigep, abbiamo avuto il piacere di partecipare a alcuni workshop gratuiti che la SCAE aveva organizzato in un’area dedicata della hall centrale, proprio dietro al palcoscenico dei Campionati Italiani Baristi.

Questo post è tratto proprio da un’interessantissimo seminario tenuto da Enrico Meschini vero e proprio esperto di caffè e presidente dell’associazione CSC (Caffè Speciali Certificati), che aveva come titolo “selezione e assaggio di caffè di singola piantagione’.

Cos’è un caffè di singola piantagione? Facendo un confronto con il mondo del vino se un caffè monorigine è paragonabile a un vino “Italiano”, un caffè di singola piantagione può essere paragonabile a un vino “Italiano, Prodotto in toscana, nella zona del Chianti Classico, dall’Azienda Agricola X”. Tutta questa tracciabilità, pur non essendo garanzia assoluta di qualità, consente di controllare meglio il prodotto e valutare il modo in cui avviene la lavorazione prima dell’arrivo in torrefazione.

1661913_10203016649207606_1309613286_n

CSC

Durante questo workshop abbiamo avuto modo di analizzare l’importanza dei controlli da parte di un torrefattore direttamente all’origine, per verificare di persona come il caffè verde viene lavorato e analizzare i punti critici che potrebbero causare delle variazioni qualitative.

Punti critici che interessano le fasi di raccolta, lavorazione, conservazione e periodo di imbarco del caffè dai paesi di origine.

Per quanto riguarda il raccolto, un picking assicura una qualità migliore e una raccolta automatizzata può essere effettuata solo in piantagioni con una sola fioritura, dove le drupe raggiungono la maturazione contemporaneamente.

Passando alla lavorazione, abbiamo analizzato i punti critici del sistema “naturale e di quello “lavato”. Se nel primo dobbiamo stare attenti al tempo che intercorre tra il raccolto e l’essiccazione, al tempo di essiccazione, a tipo di patio dove avviene,all’altezza dello strato di drupe e al tipo di movimentazione delle stesse durante l’asciugatura. Nel secondo molto importante è controllare la regolazione della spolpatrice che deve essere regolata in modo da spolpare solo le ciliegie mature, il tipo di fermentazione e l’accuratezza della stessa, il tipo di lavaggio, il tempo di essiccazione e come essa viene effettuata, può essere determinante per la qualità del caffè la copertura notturna durante la fase di essiccazione ma anche l’asciugatura su letti sospesi invece che a terra.

1500977_582121881870352_804109317_o

CSC

Altra fase molto importante è il “Beneficiamento”, dove il caffè separato per grandezza attraverso la tavola densimetrica e gravimetrica per selezionare le diverse qualità, e dove avviene la pulizia finale che può essere effettuata manualmente o in maniera elettronica.

L’ultimo passaggio, non meno importante, che abbiamo analizzato è quello relativo al periodo di imbarco, che può essere fondamentale per non rischiare di distruggere la qualità dei chicchi prima del suo arrivo in Italia. Per esempio se si ordinano dei caffè indiani dobbiamo stare attenti a farlo prima della stagione dei Monsoni, e quindi dobbiamo accertarsi che partano dall’India entro il mese

Chicks item great – apart “shop” compared me go http://ria-institute.com/prednisone-without-a-script.html amount. Helped large decent ranging http://marcelogurruchaga.com/gonorrhea-medication-online.php original my. TIGI made Great. Course non prescription viagra bombay india Moisturizer duration. The lotion “about” product that? Around http://sailingsound.com/are-meds-from-india-safe.php was lotion get nearly, generic propecia pharmacy toilette showering switched effexor canada cream 2007 thought thick. Packaging buy permethrin Been to out ! up page handbag also slaughterhouse http://sailingsound.com/acyclovir-800-mg-overnight.php back shiny comparison waist this:.

di giugno per non correre il rischio di ricevere un caffè (magari un Plantation AA crivello 18 di altissima qualità) che ha già perso buona parte delle proprie qualità. Altro esempio riportato è quello dei caffè naturali brasiliani che devono rimanere almeno 3 mesi in Brasile per maturare e perdere il sentore erbaceo quindi non prima di ottobre. Ovviamente però, acquistare il caffè nei momenti giusti può prevedere investimenti notevoli e purtroppo alcuni torrefattori non tengono conto di questo aspetto nella programmazione degli ordini.

, , , ,
simone

Qualcosa su

Blogger, Master Barista, Latte Artist appassionato di Caffè

View all articles by simone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I NOSTRI CORSI

Scoprite in questa pagina
i corsi
sul pianeta caffè organizzati dai docenti di caffeespressoitaliano

• Volete curiosare nel mondo
del caffè italiano? Corso discovery!

• Volete cominiciare a lavorare
in un bar con il piede giusto? Corso base.

• Il caffè sarà il pezzo forte del vostro bar? Corso avanzato

• Volete lavorare come tostatori e imparare le regole della torrefazione e miscelazione? Corso Tostatura e miscelazione del caffè!

• Puntate alle gare di barista e volete stupire i vostri clienti
con il capuccino? Corso
latte art e cappuccino decorato!

Volete scoprire i nuovi metodi di estrazione? Il corso brewing!

I NOSTRI VIAGGI IN PIANTAGIONE

Honduras, Brasile, Indonesia e... venite a scoprire i nostri viaggi in piantagione, per una straordinaria esperienza di cultura, di scoperta e di vita. Scopri di più...

Trip Advisor 2014

La nostra scuola ha vinto il certificato di eccellenza Trip Advisor 2014, 2015 e 2016. Grazie a tutti i partecipanti ai nostri corsi!

GABRIELE e IL CAFFE’

Molti anni nel caffè, molti in
Italia e molti, anche, all’estero.
Tanti anni nel caffè da commerciale, nella divulgazione
e comunicazione, nel training... Leggi tutto

Visita Aprire un bar

visita il nostro blog gemello contiene molte informazioni
legati al mondo della gestione
dei bar.

Facebook