LA RICHIESTA DI UNA LETTRICE: UNA MACCHINA PER L’ESPRESSO A CASA?

Tuesday 09th, January 2018 Scritto da

 

I nostri forum

I nostri forum

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di una nostra lettrice alla ricerca di una macchina da espresso per casa, chi la può aiutare?

Cercando una nuova macchina per espresso manuale ho effettuato una ricerca sulle recensioni dei principali modelli e sono capitata nel vostro blog molto interessante :-).
Ho visto tra le  recensioni che anche altre persone avevano lo stesso problema come me cioè scegliere tra un gran numero di marchi e modello, leggendo le recensioni anche sul vostro sito ho avuto tanti input utili ma devo ammettere che ora sono più confusa che all’inizio. Sarei molto contenta se poteste darmi alcuni consigli.
Non ho tanta esperienza: per vent’anni ho usato una – o per essere più precisa: sempre la stessa –  Gaggia Classic che ora purtroppo si è rotta. A questo punto vorrei trovarne una nuova – possibilmente una delle migliori ovviamente 🙂 La mia priorità è che la macchina riesca ad estrarre un caffè molto cremoso, come quello del bar (soprattutto espresso, espresso macchiato),per un uso casalingo di ca 1-2 caffè al giorno.
Il budget che sono pronta ad investire è tra le 500 e le 1000/1200 Euro. Tra le vostre recensioni vengono menzionate marchi e modelli della Lelit, Quick Mill, Bezzera. La scelta dipende da una simpatia per un marchio? Cosa sarebbero i punti forti di diversi marchi? Più confusione mi ha creato la scelta tra modelli di diversi marchi, per esempio tra una Lelit Anita (quale tipo?) o Kate ecc?
Oltre a questo mi piacerebbe macinare il caffè: Quindi c’è la domanda se prendere una macchina da caffè con macinacaffè integrato o meglio no (più recensioni sembrano sconsigliarlo)? E in caso quale macinacaffè prendere?
Sarei molto contenta se potreste aiutarmi a scegliere il prodotto adatto a me!
Andrea
simone

Qualcosa su

Blogger, Master Barista, Latte Artist appassionato di Caffè

View all articles by simone

7 Comments on “LA RICHIESTA DI UNA LETTRICE: UNA MACCHINA PER L’ESPRESSO A CASA?

  • Mi unisco in parte alla richiesta, anche se devo dire di essere disilluso dopo diverse ricerche, più o meno approfondite, nel corso del tempo. E provo a dare qualche consiglio su possibili alternative.

    Al di là del prezzo per un’ottima macchina casalinga (e macinacaffè separato, assolutamente), quello che mi ha portato ad abbandonare l’idea è stata la quantità di tempo che un’espresso semi-professionale richiede. Comprare la macchina è la parte più semplice, il problema è estrarre un espresso anche solo decente! Le variabili sono molteplici e il minimo errore porta ad un espresso da buttare e ripetere tutto da capo. Questo apprendimento è da ripetersi quasi ogni volta che si cambia chicco, e solo con molta esperienza si può minimizzare.
    Se poi l’idea è quella di prepararsi il caffè la mattina prima di uscire o in generale con poco tempo a disposizione, le tempistiche per riscaldamento e messa a punto diventano (per me, come immagino molti altri) impossibili da gestire. Quindi, anche se si ha il tempo e la voglia di dedicarsi all’impresa, è più da prendere come hobby che come abitudine giornaliera.

    Sembrerebbe che tutto sia perso! E invece, almeno per quanto mi riguarda, la risposta è stata Bacchi Espresso.
    Con un costo di molto inferiore ad una macchina espresso professionale (si aggira sui 300€, se non ricordo male, anche se non è sempre facile trovarla in stock), ed una facilità di un’altra categoria, è stata la salvezza per me. Questo non vuol dire che sia assolutamente immediato come una moka (ci ho messo diverse prove prima di riuscire ad estrarre un espresso come si deve), ma di sicuro è molto più semplice e la qualità dell’espresso, una volta trovata dimestichezza con macinatura, è davvero notevole.

    L’altra alternativa, che per me è abitudine da ormai molti anni, è provare il cosiddetto caffè filtro in tutte le sue forme, dal V60 all’Aeropress, dal Chemex o sifone a french press o addirittura estrazione a freddo. Questo però è un tema troppo lungo e complicato per un commento qui, ma ci sono innumerevoli articoli sul sito per informarsi 😉

    Reply
    • La Bacchi rende solo per 2 tazzine, la singola è scarsissima. Con questa macchina trovare “un equilibrio” è impresa storica. Non la consiglio.

      Reply
  • CONDIVIDO IN TOTO LE VALUTAZIONI DI SAVERIO. ANCHE IO HO UNA BACCHI ESPRESSO E DEVO DIRE CHE FUNZIONA ALLA GRANDE. OTTIMO CAFFE’ ANCHE DECAFFEINATO.

    Reply
  • Ciao Marco,
    ti rispondo in qualità di “discreto conoscitore” in quanto oltre che vendere macchine e accessori facciamo assistenza tecnica e amiamo aprire le macchine prima di metterle in vendita
    Faccio una premessa che forse un poco sfata le varie cose che si leggono :
    I costruttori ( i 4-5 attualmente presenti sul mercato ) si copiano tra loro, non c’è molto da inventarsi se non un’estetica diversa, un modo diverso di regolare la pressione /temperatura della caldaia ( pressostato o PID), dotarla oppure no dell’erogazione acqua calda
    Le due “famiglie” di macchine sono :
    – gruppo caffè tradizionale e di fabbricazione propria
    – gruppo caffè tipo E61
    Tu hai citato 3 macchine di cui Musica con gruppo caffè di proprietà Nuova Simonelli, Lelit PL62S e Appartamento Rocket con gruppo E61.
    Io avrei aggiunto con gruppo di proprietà anche Bezzera della serie BZ e con gruppo E61 Bezzera Magica S MN, La Pavoni
    Cosa ci si aspetta dall’acquisto di una macchina ? Che sia costante nell’erogazione caffè, che il caffè estratto oggi sia uguale a quello di ieri
    Ovviamente non sarà sempre così semplicistico, entrano in gioco fattori diversi
    La vera differenza è il gruppo caffè, per metterla sul semplice i gruppi caffè di proprietà hanno un peso di circa 1 Kg, i gruppi caffè tipo E61 hanno un peso di circa 4,8 Kg
    Oltre alla particolarità meccanica il gruppo E61 con la sua massa metallica nettamente più pesante fa si che la stabilità termica sia enormemente maggiore ed è appunto per questo che si preferisce il gruppo E61
    Si legge in giro che questa macchina rispetto a quest’altra è più veloce ad arrivare a temperatura. Niente di più sbagliato, tutte le macchine hanno bisogno di almeno 30 minuti di riscaldamento prima di erogare un caffè. Questo tempo non dipende assolutamente dalla capacità della caldaia ( con meno volume d’acqua ovviamente i tempi di riscaldamento saranno inferiori) ma dal tempo fisiologico affinchè il gruppo stia a temperatura (ricordo che tutti i gruppi caffè sono riscaldati per effetto termosifonico)
    Ultimamente abbiamo avuto tra le mani un gadget della Videstech http://www.designcoffee.com/product/detail.html?product_no=520&cate_no=1&display_group=3 che misura direttamente la temperatura di erogazione e nello stesso tempo misura la temperatura del gruppo. É stato testato sia con macchine con caldaia “piccole” che con “caldaie più grandi” ma il risultato non è cambiato molto, la temperatura di esercizio corretta si ha dopo 30 minuti
    Quindi riassumendo ( e a mio parere personalissimo) orientarsi verso macchine del tipo E61, magari privilegiando marchi che hanno una notevole esperienza da anni
    Ancora più complicata la scelta nel macinacaffè, ma questo è un’altro discorso, molti lo ritengono ancora un’accessorio superfluo…nulla di più sbagliato, un buon macinacaffè non può costare meno di € 500-600

    Gianni

    Reply
  • Ciao Gianni,
    sono ampiamente d’accordo con te, anche perché so che i tuoi consigli sono sempre ponderati e quando dici che preferisci l’E61, c’é un buon motivo : la stabilità termica e in conseguenza l’estrazione.

    Stefano 😉

    Reply
    • Buonasera Andrea Piccinelli. Posso chiederti che canale hai utilizzato per l’acquisto della R58? Ero interessato anche io, ma lo trovo, praticamente, solo su ebay…
      Grazie
      Saluti
      Marco

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

I NOSTRI CORSI

Scoprite in questa pagina
i corsi
sul pianeta caffè organizzati dai docenti di caffeespressoitaliano

Trip Advisor

La nostra scuola ha vinto il certificato di eccellenza Trip Advisor 2014, 2015, 2016 e 2017. Grazie a tutti i partecipanti ai nostri corsi! Trip Advisor

GABRIELE e IL CAFFE’

Molti anni nel caffè, molti in
Italia e molti, anche, all’estero.
Tanti anni nel caffè da commerciale, nella divulgazione
e comunicazione, nel training… Leggi tutto

Visita Aprire un bar

visita il nostro blog gemello contiene molte informazioni
legati al mondo della gestione
dei bar. Aprire un bar