TUTTI I METODI DI LAVORAZIONE DEL CAFFE’: IL METODO WET HULLED

Thursday 11th, July 2019 Scritto da

Un metodo di separazione dei chicchi di caffè dai frutti dopo il raccolto  che si adatta perfettamente a paesi con climi molto umidi come l’Indonesia, oggi andiamo a scoprire il metodo Wet Hulled, conosciuto anche come Semi-Lavato o Gilling Basah.

Wet Hulled

Wet Hulled

Nel bellissimo video di Cafè Imports (QUI trovate tutti gli altri della serie) andiamo a scoprire questo metodo di lavorazione al Bergandal Mill, nella regione di Aceh Gayo, Sumatra. Questa stazione di lavorazione del caffè viene utilizzata per processare non solo le drupe provenienti dalla piantagione ma anche il caffè raccolto dai “farmer” della zona.

Come nel metodo lavato e Honey le drupe vengono depolpate nel più veloce tempo possibile dopo il raccolto con macchine depolpatrici. Al Bergendal Mill i chicchi ricoperti in pergamino vengono quindi riposti in vasche di fermentazione per una notte e stesi ad asciugare in pergamino per alcuni fino al raggiungimento di un grado di umidità di circa 30-35% in patii di cemento in uno strato di pochi centimetri.

Dopo questa prima fase di asciugatura i chicchi vengono raccolti per rimuovere il pergamino prima della seconda fase di asciugatura. Se di solito negli altri metodi il pergamino rimane sui chicchi di caffè fino all’esportazione per proteggerli dall’umidità e dagli sbalzi di temperatura, in Indonesia e nei climi molto umidi l’asciugatura completa dei chicchi in pergamino risulta molto difficile e lunga e per questo il metodo Wet-Hulled è molto diffuso.

Wet Hulled

Wet Hulled

Ovviamente la rimozione del pergamino sui chicchi che ancora hanno un grado di umidità piuttosto elevata deve essere fatta con molta attenzione e selezione in quanto alcuni chicchi possono rompersi o rovinarsi durante la stessa.

Una volta terminata la rimozione del pergamino i chicchi di caffè verdi vengono asciugati fino al raggiungimento del 11% di umidità. Questo processo dona ai chicchi un colore molto diverso, tendente al bluastro , e delle note aromatiche erbacee, vegetali e speziate comuni in molti caffè indonesiani, soprattutto provenienti da Sumatra.

Una volta asciugati i chicchi finiscono in sacchi di iuta pronti per essere esportati verso i paesi consumatori.

Ma lasciatevi affascinare dalle bellissime immagini di questo video!

simone

Qualcosa su

Blogger, Master Barista, Latte Artist appassionato di Caffè

View all articles by simone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

I NOSTRI CORSI

Scoprite in questa pagina
i corsi
sul pianeta caffè organizzati dai docenti di caffeespressoitaliano

Trip Advisor

La nostra scuola ha vinto il certificato di eccellenza Trip Advisor 2014, 2015, 2016 e 2017. Grazie a tutti i partecipanti ai nostri corsi! Trip Advisor

GABRIELE e IL CAFFE’

Molti anni nel caffè, molti in
Italia e molti, anche, all’estero.
Tanti anni nel caffè da commerciale, nella divulgazione
e comunicazione, nel training… Leggi tutto

Visita Aprire un bar

visita il nostro blog gemello contiene molte informazioni
legati al mondo della gestione
dei bar. Aprire un bar