LONDON COFFEE FESTIVAL, SCOPRIAMO I COFFEE MASTER 2018

Agnieszka Rojewska

Si è concluso da poche settimane il London Coffee festival, uno degli eventi più importanti dedicati al mondo degli Specialty Coffee. Durante le tre giornateo, tra le tante iniziative e novità proposte, si è svolta, come di consueto da alcuni anni, la competizione Coffee Master 2018.

Ventiquattro baristi, europei e non solo, nelle quattro giornate dell’evento si sono sfidati in sette discipline finalizzate a mettere alla prova le loro capacità e abilità. Le prove consistevano in:
  • Cupping: Sono stati presentati ad ogni partecipante sei caffè secondo un particolare ordine, e in tre minuti questo doveva assaggiare e memorizzare la sequenza delle tazze. Subito dopo le tazze venivano mescolate e in due minuti il barista doveva assaggiare nuovamente e riportarle nell’ordine iniziale.
  • Brewing: Scegliendo uno dei sei caffè assaggiati nel cupping, il concorrente preparava un’estrazione a filtro scegliendo tra Chemex, Aeropress e V60, che meglio esaltasse le qualità del caffè scelto.
  • Latte Art DIce

    Latte art: Una sfida contro il tempo, preparare tre bevande a base di latte con tre differenti figure sorteggiate con l’aiuto di un dado, Latte art Dice di cui abbiamo già parlato anche nel nostro blog.

  • Ordinazione: In nove minuti di tempo il barista doveva eseguire dieci preparazioni da banco, dimostrando abilità, professionalità e velocità.
  • Signature drink: Ogni barista doveva preparare il proprio cocktail a base di caffè che aveva presentato nel video utilizzato per la selezione al Coffee Master.
  • L’origine: Ogni partecipante aveva cinque minuti per assaggiare sei caffè, proposti con il metodo a filtro, e localizzare la provenienza su una mappa.
  • Ultima prova a cui accedevano solo i semifinalisti, la espresso blend: Scegliendo tra i sei caffè proposti nel cupping i baristi dovevano creare una miscela da estrarre al meglio in espresso.

Agnieszka Rojewska

Il titolo di Coffee Master 2018 nonché il premio di cinque mila sterline se lo è aggiudicato Agnieszka Rojewska, campionessa polacca in carica per le categorie Latte Art e Barista. (QUI trovate la nostra intervista della rubrica We love Coffee!)

Il drink che le è valso la vittoria finale è stato un Gin Tonic home made, servito con l’aggiunta di un caffè filtrato dell’Uganda tostato dal Campione Mondiale Roasting  Rubens Gardelli (Mzungu Project).

Ilaria Nocentini con Matteo Colaci

Unico italiano in gara Matteo Colaci, barista al The Bookshelf Coffee House di Cork, con cui abbiamo avuto il piacere di scambiare qualche parola.

Originario della provincia di Lecce, Matteo si è trasferito in Irlanda circa tre anni fa e lì ha cominciato il suo percorso nel mondo del caffè e con gli specialty coffees.
E’ stata una vera emozione partecipare ad una gara così complessa, ma anche divertente“, ci ha detto, purtroppo non è passato nei quarti di finale, ma questo sarà sicuramente un incentivo a migliorarsi e ad approfondire la conoscenza sul caffè e sugli specialty coffees.
Chissà… magari presto lo vedremo in qualche competizione nazionale  😉

Coffee Master 2018

Ringraziamo per questo articolo e per  le foto Ilaria Nocentini, superbarista e Trainer della nostra Espresso Academy.
simone

Qualcosa su

Blogger, Master Barista, Latte Artist appassionato di Caffè

View all articles by simone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

I NOSTRI CORSI

Scoprite in questa pagina
i corsi
sul pianeta caffè organizzati dai docenti di caffeespressoitaliano

Trip Advisor

La nostra scuola ha vinto il certificato di eccellenza Trip Advisor 2014, 2015, 2016 e 2017. Grazie a tutti i partecipanti ai nostri corsi!

GABRIELE e IL CAFFE’

Molti anni nel caffè, molti in
Italia e molti, anche, all’estero.
Tanti anni nel caffè da commerciale, nella divulgazione
e comunicazione, nel training... Leggi tutto

Visita Aprire un bar

visita il nostro blog gemello contiene molte informazioni
legati al mondo della gestione
dei bar.

Facebook